Si può fare!



La vendita
La base è collocata all'interno dell'area del Convento di S. Maria delle Grazie di Monza ("Grazie Vecchie"), di proprietà della provincia di S. Antonio dei Frati Minori La proprietà ha deciso, a fine 2016, di vendere il Complesso architettonico che comprende anche la Base; la trattativa è stata iniziata da Caritas Ambrosiana che poi l'ha lasciata in mano alle cooperative sociali essa collegate, e che attualmente occupano larghi spazi della struttura.
La Fondazione, su richiesta del responsabile della Base , ha chiesto un incontro con la Proprietà provinciale : l'incontro si è svolto il 16/10/2017 a Milano presso il convento di via Farini.
In quella sede la proprietà ha informato la Fondazione della trattativa e degli importi relativi, precisando che l'area verde è esclusa dalla vendita, e dando la piena disponibilità a un inserimento dell'Agesci nella stessa , stante i riconosciuti ottimi rapporti con il convento locale.
Il giorno 10/11/2017 si è tenuta una riunione con presenti i responsabili della Zona Brimino, i capi gruppo del gruppo Monza 1 e del gruppo Monza 4 , due rappresentanti dei genitori che lavorano come volontari alla Base e un rappresentanrte del Consiglio della Fondazione; in questa sede si è approvato con soddisfazione l'impegno della Fondazione alla tutela della base , di cui si vorrebbe la continuità per un periodo ampio che favorirebbe anche l'effettuazione di una serie di lavori programmati e programmabili.
Il consiglio di zona Agesci ha affrontato il tema il 16 novembre 2017 : qui è emersa la richiesta scritta alla Fondazione di intervenire a sostegno della Zona . Successivamente a questo atto , si sono tenuti incontri con IRO regionale Agesci circa la possibilità di accedere al Fondo Nazionale gestito dall'Ente Mario di Carpegna.
Anche nell'assemblea di zona del 14 giugno 2018 è stato approvato questa attività e ribadita l'importanza della base. In data 12 marzo 2018 la proprietà ha chiamato la Fondazione ad un incontro per comunicare che:
-Si procederà alla vendita entro il 2018 e la Fondazione è ammessa all'acquisto;
-Gli alpini rinunciano alla parte adiacente , che dunque può confluire nell'acquisizione Agesci ( le Cooperative non sono interessate 17/06/2018)
-la eliminazione dell'amianto sul tetto resta a carico dell'acquirente ma la porzione dell'Agesci non è interessata;
-la proprietà resta disponibile ad una concessione del terreno lunga e pluriennale ( 15/20 anni)

Prezzo di acquisto :

La base scout ha un'area di 117 mq equivalenti a 57,9 millesimi dei fabbricati; la superficie commerciale di pertinenza alla base è di 125mq ai quali va aggiunta la porzione degli alpini( 60 mq). Alla spesa di acquisto vanno aggiunte le spese, minime ma necessarie, per opere strutturali atte a unire le due strutture(spazio attuale e spazio alpini ) e a creare la condizioni di sicurezza, poichè la zona alpini era adibita a magazzino, (apertura nuova porta di sicurezza, modifica di una porta per la sicurezza, creazione massetto, rifacimento finestroni, apertura di una porta di comunicazione, creazione scale per soppalco, allacciamento acqua e luce) per una spesa stimata di 25.00 €.

Recupero fondi

Per dare gambe a questa operazione pensiamo ci sia bisogno di operare a diversi livelli per il recupero delle cifre necessarie.
1. Fondazione Baden
2. Fondo Nazionale Immobili Agesci
3. Raccolta di donazioni libere: - da privati (ex-scout) e da aziende come sponsorizzazioni
4. Attività di autofinanziamento dei gruppi scout:
- contributo della zona BriMiNo
- contributo straordinario per ogni iscritto scout
5. attività dei genitori: TUTTO E' POSSIBILE! Cene, pranzi, risottate di autofinanziamento, sottoscrizione a premi, feste di compleanno/lauree in base, vendita di torte, etc.

1- La base scout "le grazie vecchie" di Monza: un po' di storia

L'idea dell'attuale base scout “le Grazie vecchie” nasce nel lontano 1993 dall'iniziativa di un piccolo gruppo di scout che, come associazione ARCA, si sono posti l'obiettivo di individuare un posto attrezzato ideale per le attività scout.
L'accordo con i Padri del convento di Santa Maria delle Grazie riguardò una porzione d'angolo della testa di un fabbricato, a suo tempo parte dell'ex complesso IPSIA, direttamente prospiciente un'ampia area verde con un campo da calcio abbandonato e una collinetta boscata. Gli spazi interni sarebbero stati interamente da adeguare mediante un insieme sistematico di opere finalizzate alle esigenze delle attività scout.
A seguito della stipula di un comodato d'uso, nel 1996 vennero avviati i lavori di adeguamento distributivo e impiantistico , realizzati grazie all'apporto tecnico-pratico di alcuni capiscout.
Nei successivi anni 2010-2012 sono stati eseguiti alcuni lavori , sia nella casa che nell'area esterna , per rendere la base usufruibile durante tutto l'anno e migliorarne la sicurezza.
Di seguito è riportata la pianta attuale del fabbricato e una pianta di tutta l'area interessata.
A il prato che rientra nel comodato d'uso
B la collinetta
C il campo da calcio
D il prato dei frati
E il fabbricato occupato da Scout, Alpini, Frati, Coop Novo Millennio, Coop Lambro
F la parte di fabbricato usato dalla base

Il comodato d'uso è concesso dai Frati minori alla “Fondazione Monsignore Andrea Ghetti (“Baden”) (La fondazione, senza alcun fine di lucro ed indipendente da ogni corrente politica, si propone esclusivamente finalità educative di solidarietà sociale nei settori della beneficenza, dell'istruzione, della formazione e della tutela e valorizzazione della natura e dell'ambiente, per far conoscere, diffondere e perpetuare lo spirito e l'opera educativa di Monsignor Andrea Ghetti (“Baden”) nel mondo dei giovani in generale e nello Scautismo e Guidismo cattolici in particolare.) ; la fondazione concede la gestione della base alla zona BriMino (insieme dei gruppi scout della zona Brianza Milano Nord).
Il comodato d'uso del fabbricato e del terreno è stato rinnovato fino a dicembre 2020.

Il gruppo genitori

In appoggio al referente della base , si è aggregato un gruppo di genitori scout e alcuni capi , che hanno dato una mano soprattutto per gli interventi di manutenzione della grande area verde che necessita di molto lavoro per essere conservata in buone condizioni. Nel corso degli anni è avvenuto un ricambio generazionale tra i genitori e , da circa un anno e mezzo a questa parte , si è creato un nuovo gruppo di circa 40 persone che hanno dato la disponibilità a dedicare un po' di tempo per la base , mettendo in gioco oltre che il lavoro manuale anche le proprie competenze tecniche o professionali.
Per la manutenzione ordinaria si è istituito dal 2017 il "Terzabato", ovvero il terzo sabato mattina di ogni mese ci si dà appuntamento per svolgere i lavori di manutenzione , come ad esempio il taglio di siepi, la pulizia del giardino, il taglio della legna per il camino che riscalda la base, etc.. Ma non solo questo , il "Terzabato" oggi sta andando oltre: in collaborazione col servizio del Comune di Monza che si occupa dei richiedenti asilo, da dicembre 2017 l'appuntamento mensile è divenuto anche un'opportunità di integrazione ed inclusione per alcuni ragazzi migranti ospiti in alcune strutture della città che vengono volontariamente a dare una mano.

Alcuni numeri

Il file allegato, base scout 2017/18 , descrive la situazione attuale della base e le attività svolte.

La base è collocata all'interno dell'area del Convento di S. Maria delle Grazie di Monza ("Grazie Vecchie"), di proprietà della Provincia S. Antonio dei Frati Minori.

La Base è ormai indispensabile per un concreto aiuto alle tradizionali attività educative scout in un luogo che ne garantisce la completa sicurezza. Nella Base transitano circa 2000 utenti scout all'anno soprattutto delle Zone Agesci di Monza e Milano ma anche di altre Zone lombarde, del Nord Italia e dall'estero. Attualmente è composta da quattro locali + servizi con riscaldamento a legna; ha a disposizione una area verde allestita per campeggio e attività di pioneristica

Italia, oggi, adesso